lunedì 25 agosto 2014

(Progetto trasloco # 9)[ Recensione] Brilliant - Ali di fata di M.P.Black


TITOLO: Brilliant ( ALI DI FATA)
AUTORE: M.P. Black
CASA EDITRICE: pubblicato con Amazon, presto disponibile in formato cartaceo
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013

- TRAMA-

"Victoria Moore è una brillante studentessa dell'Università di Oxford, in visita per le vacanze estive alla nonna Paige, che risiede presso la bella cittadina di Fairies City.
Sin dal suo arrivo, Victoria è vittima di strani e inquietanti avvenimenti. Prima incontra l'affascinante Jason Cooper, figlio del Sindaco, poi scopre che nel bosco adiacente alla villetta si odono dei canti, che la nonna dice appartenere alle fate che lo abitano. Da quel momento in poi la vita di Victoria verrà stravolta e sarà caratterizzata da strane e terribili sensazioni.
Verrà minacciata di morte da un misterioso ragazzo incappucciato e farà la conoscenza di Simon, che tenterà in ogni modo di allontanarla da Jason. Fra fantasmi che vivono nel seminterrato e antiche leggende, Victoria verrà a conoscenza di una verità sconvolgente. Lei è una fata e probabilmente la più potente. E un angelo caduto dal cielo, il suo aggressore, tenterà di ucciderla per impossessarsi dei suoi poteri e riuscire, così, a ritornare in Paradiso. Victoria si troverà a dover capire chi tra Jason e Simon è l'angelo che la vuole morta e il suo cuore batterà per l'uno e per l'altro, incapace di decidere. Nel frattempo alle sue spalle, nel bosco, le fate tramano qualcosa di terribile, all'ombra delle grandi querce. "

RECENSIONE

Dopo la trilogia de "La Signora degli Elfi", composta da "Lisa Verdi e il ciondolo elfico", "Lisa verdi e l'antico codice", "Lisa Verdi e il sole di Aresil", dopo "I Guardiani delle Anime - La maledizione della regina" e "La Rosa e il pugnale", M.P.Black ci regala questo nuovo libro, in cui amore, odio e magia sono indissolubilmente legati.
Prima di inziare con la recensione vera e propria, credo che un compliemento debba essere espresso all'autrice della copertina, Francesca Resta, che ancora una volta riesce a creare un'immagine che è difficile che passi inosservata, per la fortuna del libro e la gioia dell'autrice!
E adesso, è giunto finalmente il momendo di mettere a nudo e massacrare questa nuova fatica di una delle autrici fantasy che già da qualche anno fa sentire il suo nome tra gli appassionati del genere! ( Scherzo naturalmente :) )
La storia è ambientata a Faries City, nel Regno Unito, una città che, secondo la leggenda, è stata fondata direttamente dalle fate, che continuerebbero a vivere nascoste nel bosco che circonda la cittadina.
E' qui che Victoria Moore, Vicky per gli amici, vuole trascorrere le vacanze estive, accanato all'amata nonna Paige e alle sue due migliori amiche,Cecilia e Leona. Ed è sempre in questa magica cittadina che Vicky farà degli incontri che cambieranno per sempre la sua vita.
Dapprima farà la conoscenza di Jason Cooper, il figlio del sindaco, biondo e dolce, per cui sentirà fin da subito un'attrazione profonda, e poi Simon, dai lunghi capelli neri e dai modi scontrosi, e anche per lui svilupperà un sentimento e una passione difficili da controllare. Due affetti diversi per due ragazzi altrettanto diversi, ma entrambi intenzionati ad averla.
Ma probabilmente l'incontro più sconvolgente è quello con lo spettro di Margareth, una sua antenata scomparsa in circostanze misteriose, il cui assassino, forse, sta dando la caccia anche a Vicky.
Vicky sa che chi le dà la caccia è Ismael, un angelo caduto dal cielo e intenzionato a vendicarsi di chi lo ha fatto precipitare, per sbaglio, sulla terra. Sa che lui sta cercando la fata che può dominare tutte le arti, e sa altrettanto bene che non dovrà mai permettere che Ismael riesca a vedere il piccolo segno a forma di ali che Vicky porta sul corpo, a testimonianza del suo essere fata.
Ma chi, tra Jason e Simon, è Ismael? Entrambi si accusano reciprocamente, ma qual è la verità? E come può Vicky resistere alle fate che abitano il bosco, che con i loro canti così intensi da costringerla a tapparsi le orecchie la invitano a unirsi a loro? Come farà a difendersi e a capire chi dei due ama davvero?

Partiamo dall'inizio, dall'incontro tra Vicky e Jason Cooper. Bene, all'inizio le cose sembrano succedere un po' troppo precipitosamente: lui le chiede di uscire, dopo averla aiutata a sostituire la ruota bucata della sua auto, e lei, ovviamente, accetta, anche se di lui conosce solo il nome. Lo scambio di effusioni, per quanto leggero, che avviene tra i due al loro primo appuntamento non è esattamente quello che ci si potrebbe aspettare tra due che si sono appena conosciuti, anche se non voglio entrare nel merito della forza che un colpo di fulmine può avere.Le frasi scambiate tra Vicky, Jason e subito dopo Simon, a volte appaiono un po' troppo affrettate e avventate.
Ma è un'impressione che si ferma alle prime pagine, perché già quando si delinea all'orizzonte un cosiddetto "triangolo amoroso", in cui è coinvolto un potenziale assassino dall'identità celata, l'attenzione del lettore è subito catturata e l'intreccio entra nel suo vivo, incatenando nelle sue spire inevitabili anche il lettore.
Con un ritmo incalzante, che non concede tregua, si è obbligati a seguire Vicky passo dopo passo, a vivere con lei le sue emozioni, i suoi turbamenti, la sua giustificata paura di fronte alla scoperta che lei è una fata e che qualcuno la vuole morta, e che questo qualcuno potrebbe essere uno dei ragazzi a cui non riesce a non pensare.
I colpi di scena si susseguono con facilità, con rivelazioni improvvise o cambi imprevisti di situazioni, accompagnati da un sottile erotismo, che sarebbe difficile definire volgare, che accompagna tutto il libro.
Passione e odio, appunto, come quello che Ismael prova da quando è precipitato e che lo sostiene nella sua vendetta, fino a quando tutto troverà una fine in una quanto mai imprevedibile conclusione.
Personaggi ben caratterizzati, anche se all'inizio si ha l'impressione che la protagonista, per quanto intelligente, sia un pochettino frivola e un po' "facile", e i tratti distintivi di qualche personaggio vengono ribaditi un po' troppo spesso.
Sicuramente originale è l'idea di legare il destino degli angeli caduti a quello delle fate. Avete mai notato che entrambe le specie hanno le ali? Ma, accanto a angeli e fate, non manca neppure l'elemento magico: Vicky, infatti, avrà a che fare anche con un Libro delle Ombre, il Grimorio di Margareth.
Tra mille incertezze e pericoli, del cuore e della vita, riuscirà alla fine Vicky ad affrontare Ismael e a trovare chi è davvero il ragazzo che merita il suo amore?
Per saperlo... correte a leggervi il libro!
Io per il momento mi pongo in paziente attesa del sequel dei "Guardiani delle Anime", sicura che sarà all'altezza di tutti gli altri libri che M.P. Black ha finora dato alla luce.



Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!